Browse By

editoriale

La Foggia che ci piace raccontare

Esistono delle tragedie che avvengono all’improvviso, vigliaccamente, che mietono vittime a centinaia, che spezzano speranze, progetti e un terremoto agisce proprio così, infischiandosene di tutto e tutti. Succede quindi che nel cuore della notte crollano soffitti ed accanto a gente che non c’è più, ce

rossonera8

Grazie Pino Agostinone!

I distacchi lasciano sempre l’amaro in bocca. Nel calcio rappresentano la normalità ed anche per questo i tifosi dichiarano di essere affezionati più alla maglia e ai colori rispetto a chi indossa quella maglia e gioca per quei colori. Esistono però delle storie che stravolgono

Il titolo della Gazzetta del Mezzogiorno

Il gemellaggio con Goppingen

Le finalità dell’iniziativa illustrate dai sindaci delle due città, Konig e Salvatori – Gli interventi dell’addetto culturale dell’ambasciata tedesca Negwer e del segr. dell’associazione italo-germanica Lovecchio Foggia 28 giugno 1971 Un pugno di terra su un piatto d’argento: più che in discorsi e pergamene, in

Angiolillo1

Michele Angiolillo

Michele Angiolillo, il bell’anarchico da Foggia alla “garrota” Così titola una vecchia pagina di giornale, ormai ingiallita dal tempo, a firma di Mario Laterza, che conservo gelosamente fra le mie cose su Foggia. Michele Angiolillo, di Giacomo e Lombardi Maria, nasce a Foggia il 5 giugno