Browse By

Categoria: Il dialetto foggiano

No Thumbnail

Poesie di Saverio D’Amato

U Venerdì Sànde -Camìne cka ‘mbùcke-, decìje ‘u cafòne, -fa subbète che mò pàsse ‘a prucessiòne-. ‘U crijatùre zumbellàve p’ù stratòne, stève appìrze Lunardìne ck’u fiatòne. -Fermàmece annànze a quìllu purtòne che stàce arruvànne ‘a prìma stazìone-. ‘U macceremònije, ‘na sòrt’e prumère, jève sòpe e

No Thumbnail

U’ cuncertìne fuggiàne

Il concertino rientra a pieno titolo fra le tradizioni della vecchia Foggia. Una chitarra, quella c.d. francese, acustica, da non confondere con la chitarra battente, un mandolino ed eventualmente una voce ben impostata per cantare, questa la base minima e indispensabile, ma già sufficiente, perchè

No Thumbnail

Poesie di Salvatore Il Grande

Scheda autobiografica Nasco a Ortanova (FG), in una mattina d’estate del 25 agosto 1946, secondo di cinque figli. Mio padre, Giuseppe, è stato un  sottufficiale dell’esercito, originario di   Margherita di Savoia (classe 1915). Mia madre Rita, originaria di   Ortanova (FG), casalinga (classe 1924). Con me

No Thumbnail

Poesie di Renato Imbriani

  A Te, Foggia A Te, Foggia, è dedicata questa mia passeggiata a rima baciata. Città tra le ultime t’han classificata: è la gente che non ti ha amata. Non temere siam lontani da questi pensieri noi dileggiati foggiani. Fuggon da te, ma non per