Browse By

I numeri civici del 1820

0 like
CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Uno dei numeri civici del 1820

Uno dei numeri civici del 1820

SCHEDA TECNICA

MATERIALE: Terracotta con superficie a vista maiolicata

FORMA: quadrata

MISURE: cm. 22 x 22

SPESSORE: cm. 3

NUMERO: impresso in nero

TIPO SCRITTURA: la scrittura pur scarsa di elementi grafici si può dire che abbia un’influenza “ROMANA-LATINA” per le linee dritte; per le linee curve si evince la tendenza al “TORDO-GOTICO”, “NEO-CLASSICO” e soluzioni tipo “CANCELLERESCO ITALICO2. Senza dubbio, l’artista ha adattato alle sue esigenze artistiche e personali l’intera grafica tenendo come base quanto suddetto. (Giuseppe Lacasella –Consulente grafologo)

MODO D’IMPIEGO: incassata in apposto alloggiamento a fil di muro, alla sinistra dell’ingresso di ogni caseggiato in ordine progressivo, non alternato.

PARTICOLARI: la piastrella a fondo bianco, numero nero al centro è bordata sui quattro lati da una striscia color verde chiaro ed una sottostante giallo paglierino.

PROVENIENZA: Risulta che contatti per la loro produzione furono presi ad  Ariano Irpino, a quei tempi città di prestigio per la produzione di Maioliche, L’antica maiolica arianese conosce il suo splendore dal 1500 agli inizi del 1900 come documentato nel Museo Civico di Ariano, la lavorazione presenta una influenza arabo-sicula dovuta alla presenza di Saraceni nella vicina Lucera  giunti anche ad Ariano al seguito di Ruggero II il Normanno.

(Romeo Brescia e Raffaele De Seneen)

Ecco dove sono ubicati questi numeri civici del 1820

Ecco dove sono ubicati questi numeri civici del 1820

Ecco il video che mostra questi vecchi numeri civici: