Browse By

Le fontane di Foggia

0 like
CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Sarà perchè da bambini ci facevano incantare nell’ammirarle o forse perchè da sempre l’acqua ha rappresentato la vita o semplicemente perchè lo zampillare mette di buon umore e ci rallegra, le fontane ancora oggi riescono da sole ad impreziosire una piazza, a caratterizzare un angolo di città. A Foggia tutto nacque dall’inaugurazione di una fontana che doveva essere provvisoria e che poi ne è diventato il suo simbolo nel tempo…..

La fontana del Sele

Inaugurazione della fontana

Inaugurazione della fontana

La più antica tra le fontane di Foggia è quella del Sele o dell’Acquedotto Pugliese, detta comunemente fontana di piazza Cavour. Venne inaugurata il 21 marzo 1924 (ved.foto) alla presenza del Sacro Tavolo della Madonna dei Sette Veli. Fu costruita su progetto dell’ing. Cesare Brunetti, in cemento armato e rappresentante una stella marina a cinque punte. Questa fontana doveva servire solo per la inaugurazione dell’Acquedotto e quindi doveva essere smantellata per far posto ad una fontana monumentale in bronzo e marmo che non fu più realizzata: questa fontana diventò subito il simbolo della città di Foggia. La sua realizzazione fu affidata all’impresa di costruzione dei fratelli Giovanni e Antonio Quarato. La “Domenica del Corriere”, prestigioso settimanale nazionale, dedicò, il giorno della inaugurazione, la copertina a cura di Achille Beltrame.

Inaugurazione della fontana alla presenza della Madonna dei Sette Veli - 21 marzo 1924

Inaugurazione della fontana alla presenza della Madonna dei Sette Veli – 21 marzo 1924

La copertina della Domenica del Corriere

La copertina della Domenica del Corriere

La Fontana del Sele dopo il restauro e con nuovi zampilli d'acqua laterali - La fontana è stata riconsegnata alla città il 17 febbraio 2007

La Fontana del Sele dopo il restauro e con nuovi zampilli d’acqua laterali – La fontana è stata riconsegnata alla città il 17 febbraio 2007

Particolare della Fontana del Sele dopo il restauro del 2007

Particolare della Fontana del Sele dopo il restauro del 2007

La fontana delle tre fiammelle

Fontana delle tre fiammelle

Fontana delle tre fiammelle

La fontana delle tre fiammelle, detta anche fontana di piazza del Lago, sorge nel luogo incui fu ritrovato il Sacro tavolo della Iconavetere: tre fiammelle, galleggianti sulle acque del laghetto, che attrassero l’attenzione dei pastori e che si trovano nello stemma della città. La fontana, progettata dall’arch. pietro Lombardi e inaugurata il 28 Ottobre 1928, fu realizzata in travertino e reca la seguente scritta : “Super aquas flammae”

La fontana di Pozzo Rotondo

Fontana di Pozzo Rotondo

Fontana di Pozzo Rotondo

La fontana di Pozzo Rotondo è collocata in piazza Federico II probabilmente nel posto in cui esisteva il pozzo che l’imperatore utilizzava per alimentare le peschiere nelle quali l’imperatore curava una riserva di capitoni e di cefali per i suoi banchetti. L’opera, realizzata in travertino e piperino, su progetto dell’arch. Adolfo Marini, fu inaugurata il 28 ottobre del 1929. La fontana, dedicata a Federico II, richiama le linee dell’antico pozzo e gli elementi architettonici dell’arco del Palazzo dell’illustre imperatore. La fontana sostituì il busto dedicato a Saverio Altamura trasferito nella Villa Comunale

Se si dovesse prendere in considerazione l’istituzione di un “cultura day” foggiano, beh quello del 28 ottobre dovrebbe essere tenuto in giusto conto. Perché il 28 ottobre del 1929 è il giorno in cui viene inaugurata la Fontana del Pozzo di Federico II, tra Corso Vittorio Emanuele e Via Arpi; il 28 ottobre del 1928 viene inaugurata la Fontana delle Tre Fiammelle, in piazza del Lago (dove si trova la Cattedrale), dove fu ritrovato il Sacro Tavolo della Iconavetere; e perché il 28 ottobre del 1931 viene istituito il Museo e Pinacoteca Comunale.

 

La fontana della stazione

La fontana della stazione in una vecchia cartolina

La fontana della stazione in una vecchia cartolina

La fontana della Stazione, collocata sul piazzale Vittorio Veneto, antistante la stazione ferroviaria, è stata progettata dai tecnici del genio civile e realizzata in pietra di Trani lucidata. E’ dotata di un impianto di alimentazione a ciclo chiuso per economizzare l’acqua. Fu inaugurata il 15 novembre 1953.

Cantiere per la costruzione della fontana

Cantiere per la costruzione della fontana

Inaugurazione Fontana della Stazione - 15 novembre 1953

Inaugurazione Fontana della Stazione – 15 novembre 1953

I fontanini di piazza XX settembre

Uno dei fontanini di piazza XX settembre

Uno dei fontanini di piazza XX settembre

I fontanini di piazza XX Settembre, realizzati dall’ing. Cesare Brunetti (lo stesso che progettò la fontana di piazza Cavour), furono inaugurati il 28 ottobre del 1930. Sono inseriti nel complesso di pietra levigata di Trani, posto di fronte a palazzo Dogana. Sul primo è riportata la frase del poeta Publio Virgilio Marone”Lynpha quae facit laetas segetes” su spighe di grano”; sul secondo, sempre di Virgilio, “Divini gloria ruris” su vite e olivo.

Fontana di piazza XX settembre

Fu progettata da Mario Soro e per quest’opera, la Giunta Comunale di Foggia il 14.12.1982 deliberò un encomio all’artista ed una medaglia d’ oro a testimonianza della proficua e disinteressata dedizione dimostrata nei confronti della città di Foggia. La fontana fu realizzata dalla ditta facente capo a Fernando Fiore-

Inaugurazione della fontana - 5 dicembre 1982

Inaugurazione della fontana – 5 dicembre 1982

La fontana oggi

La fontana oggi

 

La fontana di piazza Padre Pio

Piazza Padre Pio

Piazza Padre Pio

Fontana di piazza San Francesco

fontana19

Fontana di Piazza Italia

Piazza Italia

Piazza Italia

Fontanini in piazza Municipio

Piazza Municipio

Piazza Municipio

Fontana di lato alla Chiesa delle Croci

Chiesa delle Croci

Chiesa delle Croci

Fontana di piazza Aldo Moro

fontana23

Fontana di piazza De Gasperi

fontana24

Fontana all’interno della Villa Comunale

Villa Counale

Villa Comunale

Fontane scomparse

Fontana delle quattro palme all'interno della Villa comunale distrutta dai bombardamenti

Fontana delle quattro palme all’interno della Villa comunale distrutta dai bombardamenti

1900 - Fontana del Mercurio in villa distrutta dai bombardamenti

1900 – Fontana del Mercurio in villa distrutta dai bombardamenti

1930 - Fontana delle Rane - Villa Comunale

1930 – Fontana delle Rane – Villa Comunale

Interno della Villa agli inizi del 900

Interno della Villa agli inizi del 900

1895 - Fontana del boschetto della Villa

1895 – Fontana del boschetto della Villa

Fontana dello Specchio in piazza Baldassarre

Fontana dello Specchio in piazza Baldassarre