Browse By

No Thumbnail

Poesie di Osvaldo Anzivino

Luna chiène Quande sì bbèlle stasère, luna chiène! Mo che ‘n ge stace nesciùne ‘u vogghie dice: t’agghie vulùte sèmbe tanda bbène… Crijatùre, ggiuvenòtte, òme fatte, ci amme tenùte sèmbe cumbagnìje passànne nzìme tande e ttanda notte. Ije t’accundàve tutt’i fatte mìje quanne che nnìnde

Facciata interna della stazione dopo dei bombardamenti

Le foto dell’estate ’43

Molto si è scritto e si è detto su quella tragica estate del 43 che sconvolse la città di Foggia oltre ogni comprensibile e razionale motivazione. La guerra è devastante ma riteniamo che, anche nella folle azione omicida, in tanti casi l’uomo ha rispettato delle regole,

No Thumbnail

Il periodo post-unitario

Subito dopo l’unificazione dell’Italia c’era per Foggia e per l’intera Capitanata il difficile processo di adattamento al nuovo regime. Foggia sembrò essere all’inizio indifferente al nuovo che avanzava ma l’imposizione di nuove tasse e l’istituzione della leva militare obbligatoria cominciò a creare una progressiva avversione

No Thumbnail

Foggia nel ‘700

Quando Carlo III di Borbone diventa re di Napoli e della Sicilia nel 1734, Foggia era una città di circa 10.000 abitanti di una certa importanza e che era attiva nello scambio commerciale  con le province limitrofe dei suoi prodotti derivanti dall’agricoltura e dalla pastorizia.