Browse By

Una canzone dedicata a Foggia

0 like
CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Foggia (Eugenio Bennato)

Foggia è chella musica ca nasce int’e paise
e ca more int’e ccase
addò se ferma o viento c’attraversa la campagna
tutta spine e tutta rose
addò se ferma o tiempo c’addeventa tarantella
addò nu santo dorme sott’e stelle
Foggia è chella musica ca dura na iurnata
e chi ‘a sente è furtunato
Foggia è chello ch’è passato
e c’ancora adda venire
E tu pozza girare girare
comme gira lu sole lu sole
e tu pozza sentire sentire
o profumo ‘e na rosa d’ammore
è na musica meridionale
ca nun siente a la televisione
è nu viento ca fa ‘nnammurare
a chitarra ‘e Matteo Salvatore
(A Foggia a Foggia
cu lu sole e cu la pioggia
cu la pioggia e cu lu sole
nu garofano d’ammore)
Tu che viene ‘a Foggia e vuò fa’ o napulitano
tu nun te si’ accorto ‘e niente
e Napule se sape tene o core e tene o mare
e fa a fortuna ‘e chi s’a vende
e Foggia è sulamente terra antica e terra amara
de rose e de canzone mai sentute
tu che viene ‘a Foggia e vuò fa’ o napulitano
forse nun l’e conosciute
Foggia è chello ch’è passato
e c’ancora adda venire