Browse By

Gli eccidi cronici all’inizio del XX secolo

0 like
CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Dopo la “Protesta dello stomaco”, del 1898, da Foggia (Filomena Cicchetti o Fogliett) a Milano (Generale Bava Beccaris), le cronache parlamentari dell’epoca definirono la Puglia “Terra degli eccidi cronici”.

La rabbia contadina, quella dei braccianti, caratterizzò questa terra nei primi anni del 1900. La risposta alla richiesta di un vivere più umano e dignitoso fu la repressione.

Tutta la Puglia, la Capitanata e la stessa Foggia furono coinvolte e gravi furono le conseguenze.

Questo che segue è solo un elenco parziale dei momenti di protesta e di scontro che nelle cronache dell’epoca è più facile rintracciare per le conseguenze mortali che ne derivarono. E’ chiaro che i morti sono tutti della stessa parte: operai e braccianti.

1 giugno 1902               Stornara              – 1 morto

7 agosto 1902               Cassano Murge    – 1 morto e 4 feriti

8 settembre 1902           Candela               – 8 morti e circa 20 feriti

14 marzo 1903              Putignano            – 8 morti e 15 feriti

19 agosto 1903             Galatina              –  2 morti e 70 feriti

17 aprile 1904               Ruvo di Puglia     – 1 morto e diversi feriti

17 maggio 1904            Cerignola             – 4 morti e 40 feriti

13 dicembre 1904         Francavilla F.      – 1 morto e 4 feriti

8 marzo 1905                S. Marco in L.      – 4 morti e 40 feriti

16 Aprile 1905              Torre S. Susanna – 1 morto e 14 feriti

18 aprile 1905               Foggia                 – 5 morti e 30 feriti

8 dicembre 1905            Taurisano            – 4 morti e diversi feriti

16 gennaio 1906           Scorrano              – 1 morto e 6 feriti

18 aprile 1906               Calimera              – 2 morti e 16 feriti

2 novembre 1907         Torremaggiore     – 1 morto e molti feriti

29 marzo 1908              San Severo           – 2 morti e 4 feriti

25 luglio 1910               Andria                 – 2 morti e 10 feriti

10 agosto 1910             Bari                     – 5 morti e 42 feriti

13 novembre 1910       Ostuni                  – 1 morto e diversi feriti

31 dicembre 1910        Taranto                – 3 morti e diversi feriti

30 maggio 1911            Lesina                  – 2 morti e diversi feriti

28 ottobre 1913             Andria                 – 1 morto

9 giugno 1914               Turi                      – 3 morti e diversi feriti