Browse By

No Thumbnail

Poesie di Nicola Bonante

A fi-r d Santa Caterin Quell nunn’ eje na fi-r! Eje na calamit! Pur che nun tin a nt-nzion, picch e p- nint ti truv mmizz a quillu sort d- burdell. A foll! I criatur! U traff-ch blucch-t da nnanz a chjsa grann! E po?

No Thumbnail

Poesie di Osvaldo Anzivino

Luna chiène Quande sì bbèlle stasère, luna chiène! Mo che ‘n ge stace nesciùne ‘u vogghie dice: t’agghie vulùte sèmbe tanda bbène… Crijatùre, ggiuvenòtte, òme fatte, ci amme tenùte sèmbe cumbagnìje passànne nzìme tande e ttanda notte. Ije t’accundàve tutt’i fatte mìje quanne che nnìnde

No Thumbnail

Foggia nel ‘700

Quando Carlo III di Borbone diventa re di Napoli e della Sicilia nel 1734, Foggia era una città di circa 10.000 abitanti di una certa importanza e che era attiva nello scambio commerciale  con le province limitrofe dei suoi prodotti derivanti dall’agricoltura e dalla pastorizia.