Browse By

Foggia occupata dagli alleati

L’ultimo strumento dell’era internettiana, facebook, permette, e non solo, di fare nuove amicizie o di ritrovarne di vecchie. A me, molto più “semplicemente”, è capitato di ritrovare una vecchia conoscenza sfogliando un paio di vecchi numeri della bella ed interessante rivista mensile locale “SUDEST, quaderni”.

Il pianoforte

Nell’ottobre 1943 la mia famiglia era rientrata a Foggia dopo i tremendi bombardamenti che avevano devastato la città. Avevamo avuto un’enorme fortuna a non rimetterci la vita, ma non avevamo più casa, più soldi, più niente. La nostra abitazione, situata in Viale XXIV Maggio, malgrado

No Thumbnail

Poesie di Saverio Coda

U’ Paèse Nùstre Chi remùre de l’apparècchie tùttè quànte ce ne fujèmme. Int’e grotte e sòtte è tavelàte ce mettèmme. Crijatùre vicchije e fèmmene luànne i giùvene che nen ce stèvene. A cercà refùgie nuije jèmme.Pè scanzà mitragliamìnte e bòmbe che cadèvene. ‘A gènte fujève

No Thumbnail

Poesie di Alfredo Ciannameo

Scjàmme scjàmme “Attannùte i kardùne… …Kardùne attannùte…” Nenne’ere ‘a voce de nu crestijane, tampòke quelle de nu lupanàre che, a sere annòtte,p’tutte na vernate dind’e viche e strade, sendive de ‘ndrunà! kjù che nu lùcchele, nu laminde ere, ca poche e spisse te straziàve ‘u