Browse By

Festeggiamenti per il Ferragosto nel 1970

1 like
CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Da La Gazzetta del Mezzogiorno del 13 agosto 1970

Il titolo della Gazzetta

Il titolo della Gazzetta

Fuochi pirotecnici, concerti bandistici, competizioni sportive e solenni funzioni religiose, per il Ferragosto foggiano. Il programma è stato disposto dall’apposita Commissione per le feste patronali (nei giorni di Ferragosto, com’è noto, Foggia celebra la festa della Protettrice, la Madonna dei Sette Veli), che – come informa in un manifesto – nel compilarlo ha tenuto conto dei suggerimenti presentati al Sindaco dai dirigenti di varie organizzazioni (Associazione commercianti, industriali e stampa, Camera di Commercio, Consorzio agrario, Enal, Ept, Federazione coltivatori diretti, “Taverna del gufo”, Unione provinciale agricoltori).

Tra le richieste di fondo avanzate, ed ora accolte,  per dare alle manifestazioni “un carattere nuovo, più rispondente allo sviluppo e al decoro della città”: abolire le luminarie occasionali che venivano installate nelle vie principali della città; dotare la villa comunale e il centro storico di un’appropriata e definitiva illuminazione; valorizzare la villa comunale con l’esecuzione di concerti sinfonici e lirici. Perciò, proprio nella Villa, venerdì sera, l’orchestra del Conservatorio musicale di Foggia, composta di ottanta elementi, terrà il suo primo concerto sinfonico sotto la direzione del maestro Vittorio Gajoni. La manifestazione – cui parteciperà anche il soprano Elisabetta Fusco – è divisa in tre parti: nella prima saranno eseguite musiche di Weber, Beethoven e Wagner, nella seconda, la sinfonia n. 1 in do magg. Di Beethoven;  la terza parte è costituita da un “omaggio a Umberto Giordano”: in programma l’intermezzo di Fedora, e “La mamma morta” da Andrea Chénier.

L’annuncio di questo primo concerto dell’orchestra del Conservatorio è stato dato, con un altro manifesto, dal sindaco Salvatori il quale esprime tra l’altro la certezza che il complesso “saprà riscuotere anche altrove positivi consensi dai competenti e dalla critica”.

Viva soddisfazione è stata espressa invece, in una nota inviata alla nostra redazione, dagli “Amici del Conservatorio” che manifestano il loro plauso al sindaco Salvatori (promotore del concerto) e congratulazioni al maestro Enzo De Bellis (che – si afferma nella nota – ha saputo impegnare il maestro Gajoni offrendogli la cattedra di direzione d’orchestra e afidandogli la formazione di una compagine strumentale costituita dagli allievi e dai professori del Conservatorio). “Stima e riconoscenza” vengono espresse anche al maestro Gajoni (perché – si spiega – ha rinunziato ad offerte migliori per aderire all’invito del maestro De Bellis, ed ha saputo infondere nell’ambiente del Conservatorio il suo entusiasmo e la sua passione per la musica) e congratulazioni ai docenti, ai diplomati e agli allievi dell’Istituto, “che hanno partecipato ai concerti con volontà tenace e spirito di abnegazione ammirevoli”.

“Gli amici del Conservatorio” sottolineano poi il talento del soprano Elisabetta Fusco, reduce da lusinghieri successi riportati nei maggiori teatri italiani (Scala di Milano, Opera di Roma, San Carlo di Napoli) ed esteri.

La nota conclude auspicando che Foggia, col patrocinio delle autorità e la volontà di tanti appassionati, “possa con soddisfazione di tutti, affermarsi nel nome dell’arte, della fede e dell’amore”.

Ma ecco, dettagliatamente, il programma delle altre manifestazioni:

Religiose

Domani, giovedì 13: ore 18,30 piccola processione del sacro Tavolo dalla Cattedrale alla chiesa parrocchiale di S. Tommaso apostolo; seguirà la celebrazione della Messa. Venerdì 14: nella chiesa di S. Tommaso e dalle 6 celebrazione di Messe lette; alle 8 Messa prelatizia del Vescovo, mons. Giuseppe Lenotti; alle 11 Messa solenne, alle 18.30 solenne processione dell’Iconavetere per le principali vie della città. Sabato 15 agosto: nella Cattedrale, dalle 6, celebrazione di Messe lette; alle 11 solenne pontificale del Vescovo, mons. Lenotti, con la partecipazione del Capitolo della Cattedrale (il panegirico sarà tenuto dal rev. Vincenzo Cota, che ha già parlato nel corso del novenario). Altre Messe lette, infine, alle 12,30, alle 18,30 e 19,30 (questa sarà celebrata dal Vescovo, che terrà pure l’omelia).

Manifestazioni artistiche

Domani giovedì 13: ore 8 apertura della festa con spari di mortaretti. Alle 8,30 giro per le vie della città del complesso bandistico “Città di Foggia”, che alle 10,30 terrà un concerto al viale Candelaro. Alle 20,30 in piazza XX Settembre orchestra di musica leggera “Ciità di Foggia” del maestro Chiappinelli; al quartiere Cep concerto bandistico “Città di Foggia”. Venerdì 14: ore 8 sparo di mortaretti; 8,30 giro per la città del complesso bandistico “Città di Foggia” che alle 10,30 suonerà al pronao della Villa comunale, Alle 21 concerto dell’orchestra del Conservatorio “Giordano” nella Villa comunale. Sabato 15: alle 8 sparo di mortaretti; alle 8,30 giro del complesso bandistico “Città di Foggia” che alle 10,30 suonerà al rione “San Pio X” e alle 18 compirà un altro giro per la città; alle 20 eliminatorie del secondo torneo notturno di pallacanestro “Ferragosto Dauno” (campo S. Tarcisio, parrocchia “Gesù e Maria”); alle 20,30 in piazza Cavour concerto dell’orchestra lirico-sinfonica “Città di Bari” diretta dal maestro Carlo Vitale; in viale Colombo concerto bandistico “Città di Foggia”. Ore 24 fuochi pirotecnici (viale Ofanto, tra via Napoli e via Lucera). Domenica 16: ore 8,30 giro del complesso bandistico “Città di Foggia” che alle 10,30 suonerà al rione dei Preti e compirà un altro giro per la città alle 18. Alle 19 finali del secondo torneo notturno di pallacanestro “Ferragosto dauno” (campo S. Tarcisio). Alle 20,30 in piazza XX Settembre “L’orchestra della canzone” di musica leggera e in piazza Cattedrale complesso bandistico “Città di Foggia”.

In occasione di queste feste patronali un “cordiale, caloroso, beneaugurante saluto” è stato rivolto alla cittadinanza, con un manifesto, dal sindaco, avv. Vittorio Salvatori, il quale rivolge anche un “benvenuto particolarmente fervido e affettuoso ai concittadini che, emigrati per motivi di vita e di lavoro, ritornano fra noi per trascorrere in una lieta comunione di ricordi e di affetti un meritato, anche se breve, periodo di riposo”.

Dopo aver ricordato che “tutte le vicende della nostra Foggia sono indissolubilmente legate alla sacra storia del simulacro di Maria SS: dei Sette Veli”, il Sindaco conclude invitando la cittadinanza “a rivolgere alla nostra santa Patrona il ringraziamento più fervido per la materna protezione sinora accordataci, con l’auspicio che, nella sua grande misericordia, voglia vivificare i fremiti rinnovatori che palpitano in noi, nell’interesse preminente della nostra laboriosa e accogliente città, protesa verso traguardi sempre più impegnativi di progresso, di produttività, di vita e di lavoro per tutti”.

La tradizionale "cassa armonica", tipica del Ferragosto foggiano, montata in piazza Giordano

La tradizionale “cassa armonica”, tipica del Ferragosto foggiano, montata in piazza Giordano

(Ved.anche La Madonna dei Sette Veli)