Browse By

Gli arcipreti della Parrocchia di S.Tommaso

0 like
CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Il primo luogo di culto di quella che poi sarà Foggia fu proprio la Chiesa di San Tommaso. E fu luogo di culto quando chiesa non era ancora, ma una semplice ed isolata taverna, la Taverna del Gufo, o del Bufo (rospo) come altri dicono.

Lì venne portato il quadro rinvenuto della Iconavetere, la Madonna dei Sette Veli, Patrona e protettrice di Foggia.

Da taverna a cappella, poi chiesa rurale e ancora chiesa di un insediamento urbano che pian piano attorno ad essa si andava formando. Saccheggiata agli inizi del 1200, Vicaria Curata dalla fine del XVI secolo, distrutta dal terremoto del 1731 e ricostruita nel 1766, restaurata nel 1794, nuovamente quasi distrutta da un incendio il 14 agosto 1839.

Forse proprio perché così antica per storia, sono arrivati a noi i nomi degli arcipreti che l’hanno retta dal 1597 al 2000.

 

– CRISCIO Leonardo (1597 – 1608)

– IANIGER Giovanni (1608 – 1611)

– MAFFIA G. Battista (1611 – 1636)

– RICCIO Carlo (1636 – 1659)

– TURCHIELLO Nicola (1659 – 1665)

– FUSCO Ignazio (1665 – 1681)

– BRENCOLA Angelo (1681 – 1687)

– QUINTO Giuseppe (1687 – 1692)

– TORTORELLA Giuseppe (1692 – 1696)

– SCENGA Vito Antonio (1696 – 1724)

– FERRARI Nicola (1724 – 1746)

– CIPRIANI Nicola (1746 – 1763)

– GRIECO Michele (1763 – 1777)

– SORRENTINI Pasquale (1777 – 1798)

– GRIECO Antonio (1798 – 1809)

– VELLE Michele (1809 – 1830)

– GARGALESSE Antonio (1830 – 1844)

– ROTUNDI Carlo (1844 – 1848)

– FANIA Vincenzo (1848 – 1870)

– CARONE Luigi (1870 – 1899)

– PAGLIARA Raffaele (1899 – 1916)

– BUCCI Pasquale (1916 – 1919)

– LA TORRE F. Paolo (1919 – 1941)

– AQUILINO Mario (1941 – 1968)

– CONTE Francesco (1968 – 1991)

– SPAGNOLI Nicola (1991 – 2000)